Animalier: elemento decorativo e simbolico

Ieri, dalle ore 18:00, presso lo Spazio Arte delle Seterie Argenti spa, l’azienda ha presentato il progetto dal nome “ZOOT, Animalier in Fashion & Art”, realizzato con i ragazzi del Corso di Fashion & Textile Design, dell’Accademia di Belle Arti Aldo Galli, nell’anno accademico 2011-2012.

Io adoro l’animalier, sia in relazione all’abbigliamento che per la casa… Tessuti, accessori… Credo diano, se usati con moderazione e capacità, un certo stile e molta classe.

Nell’antica Grecia, era conosciuto come zoote (da questo ha preso nome il progetto in questione) ed oggi viene declinato e connotato a seconda dell’ispirazione della collezione e dell’outfit. Avete presente Roberto Cavalli? Lui ne ha fatto il suo punto di forza.

Gli studenti ne hanno esposto la loro visione, sia nell’arte che nella moda, sintetizzandola in totem composti da tessuti e stampe, di diversi colori e rappresentanti diversi temi.

Intervenuto l’Amministratore delegato delle Seterie, Michele Viganò, ha affermato: “La nostra azienda punta molto sui giovani, in quanto crede che con la loro freschezza siano la migliore fonte creativa ed in loro si trovano tutte le energie per affrontare un mercato complesso come quello di oggi”.

  

“La Provincia”. Carlo Pozzoni mi ha immortalato all’evento.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...